L’ultimo dei Nobraino

Buongiorno! Pronti e via! Inizio ad ascoltare “l’ultimo dei Nobraino” in viaggio mentre torno nella mia città, stordito dal mancato riposo.
Ricordo che quando andavo a scuola, mia madre mi diceva di ripassare la mattina presto, perchè a “mente fresca” si fissano meglio i concetti. Io ci ho provato con l’ultimo lavoro dei Nobraino.
Ancora non sono convinto della teoria dello studio di mattina presto.
In ogni caso l’impatto è stato subito positivo, già nei primi minuti del disco, nonostante la paresi da sonno, i Nobraino riescono a strapparmi sorrisi.
Nell’ascoltare nuovamente il disco nei giorni successivi, ti rendi conto che analizzando i testi, non ci sono solo sorrisi. I sorrisi nascondono delle verità.
Il sound risulta leggermente diverso dallo stile puro e intimo dei Nobraino. Come se il gruppo avesse allargato le proprie conoscenze. Non preoccupatevi il loro stile c’è, è solo appena più arricchito. E’ come se avessero messo più tonalità dello stesso colore, sulla loro tela.
Il disco è composto di 14 tracce, tra cui vecchie conoscenze come , “Vecchia polkona” e il “Bigamionista” e mi vorrei soffermare proprio su questa traccia che adoro particolarmente.

Nobraino Bigamionista

Lui era un camionista,
lei una cameriera, l’altra una barista
Una al porto di Marsiglia
l’altra lungo il fiume di Siviglia
e tra un croissant e leche nel caffè
le fece innamorare.

Il “Bigamionista” a mio avviso è un opera cantautorale di un certo livello. Le rime, il filo logico della storia. E’ un opera partorita in maniera veramente geniale. Da quanto trapelato dai social c’è stata una diatriba riguardo l’arrangiamento. La prima versione di questo lavoro, era esclusivamente acustica, per questo il primo impatto con il nuovo riarrangiamento- è spiazzante. Poi nell’ascoltarla più volte invece si apprezza molto nella nuova veste, con gli incastri in stile porto di Marsiglia.
Le altre tracce sono molto interessanti, il banale diventa sofisticato. Il genio Nobraino è quello di vedere i temi trattati nei brani da altri punti di vista.
Inutile citarvi pezzi di testo e significati, i Nobraino vanno ascoltati, apprezzati e interpretati, anche di mattina presto.

TRACK LIST:

1. Esca viva
2. Lo scrittore
3. Bigamionista
4. Un’altra ancora
5. Michè
6. Via Zamboni
7. Sotto al letto
8. Luce
9. Il muro di Berlino
10. Endorfine
11. Jacques Pèrvert
12. Il Semaforo
13. Rallentare a Pietracuta
14. Bella polkona

Comments are closed.