Come un laser – Le strade

“Come un laser” è il nuovo singolo de Le Strade, interessante band bolognese di rock elettronico. “Come un laser” è un titolo azzeccatissimo: pezzo rapido, intenso, drittissimo. “Come un laser” è il nuovo singolo de Le Strade e, fortunatamente, è davvero nuovo. Le Strade è una band che si conferma innovativa. In fondo i ragazzi fanno qualcosa che è molto pop all’ascolto, ma al contempo ricercato e originale. Come per i lavori precedenti, anche in questo colpisce l’estro vario, la ricerca appunto. E la verità. Pur essendo dal respiro apolide e multiforme, la canzone non lascia spazio a eventuali dubbi sulla sua spontaneità. Quello che si sente è quello che Le Strade vogliono fare, e questo è un gran pregio.
Il pezzo dura quasi 4 minuti ma sembra duri 30 secondi: non stanca, ha una tensione che non si spegne mai, che esplode quando vuoi che esploda e torna minacciosa quando serve. “Come un laser” ha un senso d’ansia irresistibile, un’atmosfera cupa, fredda e, al contempo, molto sentita e profonda. Questa commistione di stati d’animo e sensazioni regalano al tutto un fascino unico e molto interessante. I synth ringhiano con arpeggiatori a saetta e le chitarre aumentano piacevolmente l’energia. Il beat è molto indie: funziona. Il cantante, Alessandro, stende sull’arrangiamento parole d’amore al veleno e rabbia, confermandosi un ottimo scrittore e un eccellente interprete. Il suo stile ricorda un po’ Samuel dei Subsonica, mentre la parte strumentale non si discosta troppo da gruppi come The Faint e Klaxons: ma l’originalità rimane ed è tanta. Molto interessante anche il video, ben girato dal regista Lorenzo Anceschi: quasi costantemente in bianco e nero, ha un atmosfera lisergica e claustrofobica, perfettamente conforme con la tensione del brano.
Insomma, Le Strade si conferma una band con pieno merito di esistere: anzi, ce ne fossero di più di giovani band così in Italia! Concludo citando un commento che ho trovato sotto il video di “Come un laser” su youtube: “Meritate sicuramente di vivere di musica. E di avere il giusto successo anche all’estero!”. Non posso che essere pienamente d’accordo con questa opinione.
Complimenti!

https://www.facebook.com/lestrademusic

Be first to comment